Privacy policy – Home – Acto Onlus – Alleanza contro il tumore ovarico

Cancro ovarico maligno-insidioso e anche difficile da affrontare con le cellule tumorali
Ogni giorno in Polonia, 10 donne scoprono di essere state identificate con cellule tumorali ovariche mortali. Il cancro ovarico è una condizione eccezionalmente insidiosa, per un tempo molto lungo non offre alcun tipo di sintomi, motivo per cui in molte femmine viene rilevato in una fase avanzata. Questo ha un’influenza molto sfavorevole sulla prognosi degli individui. Inoltre, le cellule tumorali ovariche maligne, attualmente dopo la terapia, hanno la tendenza a ripetersi. Ciò contribuisce, da un lato, all’enorme tensione da parte delle donne malate e, dall’altro, all’impotenza dei medici. La buona notizia è che sono già apparsi farmaci che mantengono in modo molto efficace il periodo di remissione. Questo è un enorme sviluppo nel trattamento delle cellule tumorali ovariche, che può avere un effetto significativo sul salvataggio delle vite di innumerevoli donne esperte. 

Cancro ovarico why perché viene rilevato così tardi?

Dato che gennaio 2022, il farmaco è entrato nella lista dei farmaci rimborsati. Perché è così tardi per riconoscere la condizione? Perché il tasso di mortalità in Polonia è del 15% in più rispetto all’Unione europea? Esattamente come non perdere i segni? Di cosa hai bisogno per prepararti dopo aver ottenuto una diagnosi di cellule tumorali ovariche maligne? Maligne cellule tumorali ovariche è un cellule tumorali molto pericolosi e anche infido. Per un tempo molto lungo non fornisce alcun tipo di sintomi, è molto facile confonderlo con una cisti sicura in una valutazione ecografica. Si potrebbe creare molto rapidamente actually in realtà tra uno sfogliare e anche il prossimo. Di conseguenza, anche le donne che passano costantemente attraverso valutazioni preventive potrebbero non avere una garanzia che non creano cellule tumorali ovariche mortali nel loro corpo. Oltre alle visite di routine dal ginecologo e all’esecuzione di una valutazione ecografica, la persona può fare poco per evitare il cancro ovarico. Qualsiasi dolore addominale, aumento della sua area, perdita di peso ingiustificata e anche affaticamento sono un segnale che qualcosa di negativo sta accadendo nel corpo e deve essere segnalato al medico.

Sfortunatamente, non ci sono test di screening per queste cellule tumorali. La convinzione che ci siano penne di cellule tumorali affidabili a livello globale è molto probabilmente il risultato del fatto che alcuni casi di cellule tumorali ovariche hanno una base ereditaria. Questo è vero, ma colpisce solo il 15% di tutti i casi di cancro ovarico diagnosticato. Anomalie genetiche BRCA1 e anche BRCA2, se si verificano nei membri della famiglia, sono un’indicazione per i test genetici. Tuttavia, non tutte le donne che hanno un’anomalia genetica avranno il cancro. E anche viceversa – la mancanza di anomalie non è una garanzia di difesa contro condizione. Questo è il motivo per cui i test genetici si astengono dal fare per ogni femmina. Le femmine che sono state trovate per avere mutazioni BRCA1 e BRCA2 dovrebbero continuare ad essere sotto stretta assistenza medica-l’ecografia è molto più usuale, e anche dopo i 35 anni di età, andare oltre con il medico la procedura di rimozione dell’utero insieme alle appendici.

Diagnosi delle cellule tumorali ovariche mortali

Cancro ovarico mortale-sii vigile nonostante i segni e i sintomi della malattia. Cancro ovarico maligno è chiamato il killer silenzioso delle donne, perché si sviluppa di nascosto, non dà segni e sintomi fino a quando la malattia è avanzata e ha effettivamente creato metastasi, spesso all’interno dei fianchi. Anche dopo che, i segni ed i sintomi sono aspecifici e possono portare la procedura di analisi fuori strada. Ad esempio, ci sono condizioni del sistema digestivo-diarrea, vomito, indigestione acida, gonfiore. Se un cliente va da un gastroenterologo con tali segni, allora il medico non ha sempre un lapmka di emergenza, così come la terapia e anche la diagnosi possono andare in una direzione completamente diversa. La donna otterrà farmaci per la peristalsi intestinale o enzimi del sistema digestivo. Essi non aiuterà la persona, così come il cancro continuerà a sviluppare. Nel corso di una crescita maligna nelle donne, potrebbe esserci un aumento della circonferenza addominale. Ciò avviene a seguito dell’evento di ascite. Questo è sempre un segnale per visitare il medico il prima possibile. Tumore mortale dell’ovaio, penetrando negli organi confinanti, crea stress, e questi, a loro volta, provocano dolore di varia intensità, una sensazione di compressione, desiderio di fare pipì, sanguinamento dalla zona vaginale, rapporti strazianti. Il disagio può emettere alla parte superiore delle gambe. In una fase estremamente sofisticata della malattia, i clienti riducono rapidamente il peso, la distruzione avviene nel corpo. Appare il punto debole generalizzato.

Il tipo 1 suggerisce cellule tumorali di basso grado. Si verifica nel 25% dei clienti. Il tipo 2 è un cancro mortale. Il tipo di cancro che un cliente ha influenza la prognosi. Cellule tumorali ovariche mortali è trattata in 2 fasi – con la procedura chirurgica e anche la chemioterapia. Durante l’operazione, si cerca la massima escissione delle modifiche cancerose.l’utero insieme alle appendici, le enfatizzazioni della malattia dal muscolo addominale, le parti danneggiate del tratto intestinale e del fegato vengono eliminate. Dopo la resezione delle lesioni, la persona intraprende la chemioterapia basata sui sottoprodotti del platino. Applicare da 3 a 6 cicli di somministrazione di rappresentanti chemioterapici. La stragrande maggioranza delle donne (oltre l ‘ 85%) sperimenterà certamente, purtroppo, recidive della malattia. Il cancro ovarico tende a ripresentarsi rapidamente, anche un paio di mesi dopo la fine della chemioterapia. per questo motivo, la cosiddetta terapia di mantenimento è importante nella terapia efficace del cancro ovarico. Dopo il completamento della chemioterapia, una femmina deve ottenere farmaci unici (inibitori), che sono progettati per estendere il periodo di remissione ed evitare anche il ri-sviluppo del cancro ovarico mortale.

Cancro ovarico maligno-terapia di mantenimento

La terapia di mantenimento consiste nel fatto che dopo la fine del trattamento con radiazioni, la signora continua a prendere farmaci che sono progettati per fermare la ricomparsa della malattia, o per posticipare questo processo il più in alto possibile nel tempo. Questa è un’azione volta ad allungare la durata della remissione. Tali farmaci sono inibitori di PARP. Il loro uso è estremamente senza problemi per l’individuo – i farmaci sono presi per via orale e hanno anche un alto profilo di sicurezza. Essi non provocano effetti collaterali indesiderati. Gli inibitori PARP funzionano a livello molecolare, quindi a differenza del trattamento con radiazioni, non danneggiano le cellule sane ed equilibrate. La loro attività è mirata. Qual è il problema della compensazione delle prevenzioni PARP in Polonia?
Dal 1 ° maggio 2021, olaparibide sarà certamente compensata in Polonia. Tuttavia, è stato approvato per l’uso solo in pazienti con anomalie genetiche BRCA1 e BRCA2, anche se mostra anche l’attività nelle donne senza questa mutazione nei segni di arruolamento. Gli individui senza una mutazione genetica sono stati derubati dell’accesso al trattamento di mantenimento.

Questo è cambiato nel gennaio 2022 con l’autorizzazione di niraparib per il risarcimento nelle persone senza anomalie BRCA1 e BRCA2. Questo è un progresso tanto atteso nella terapia delle cellule tumorali ovariche per i clienti polacchi. Cancro ovarico mortale-prognosi. La prognosi per il cancro ovarico è attentamente correlata alla fusione del tumore al momento della sua rilevazione. Nelle fasi 1 e 2, gli insediamenti hanno successo. il 75% dei pazienti ha un prezzo di sopravvivenza a 5 anni. Purtroppo, la maggior parte delle donne viene identificata quando il cancro è davvero sofisticato (fase 3 e 4). La diagnosi è quindi drasticamente inferiore ed è del 30% -50%. Tuttavia, vi è grande ottimismo per quanto riguarda la possibilità di utilizzare la terapia di manutenzione. Offre un’opportunità per una remissione duratura e migliora le opportunità delle donne nella lotta contro le cellule tumorali ovariche maligne. La struttura Dobro restituisce un interesse speciale alla questione della salute delle donne. Si occupa inoltre di individui con cancro ovarico. Il sito internet della fondazione ha una grande base di dati sulle condizioni delle donne. Se essenziale, la struttura sostiene anche nell’organizzare il sostegno economico.

Lascia un commento