Navigazione veloce

Gruppo di Lavoro Provinciale per la gestione del CTS/NDT di Brescia e provincia 08/05/2014 – 31/08/2016

Costituzione del Gruppo di Lavoro Provinciale per la gestione del Centro di Supporto di Brescia e provincia relativo al progetto Nuove Tecnologie e Disabilità.

Print Friendly, PDF & Email

 

Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia

Ufficio XI – Brescia

 

Prot. n. MIUR AOOUSPBS R.U. 6318 del 6 maggio 2014

 

Il Dirigente

 

VISTO il progetto MIUR dell’ottobre 2005 riguardante “Nuove Tecnologie e Disabilità. Studio di fattibilità”, predisposto dalla Direzione Generale per lo Studente;

VISTA la nota Miur prot. n. 3051/A0 del 27 aprile 2006 avente per oggetto “Progetto Nuove Tecnologie e Disabilità. Costituzione dei Centri Territoriali di Supporto e avvio formazione per gli operatori”;

VISTA la C.M. prot. 4274 del 4 agosto 2012 recante le “Linee guida per l’integrazione scolastica degli alunni con disabilità”;

VISTA la Direttiva ministeriale del 27 dicembre 2012 “Strumenti di intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica”;

VISTA la C.M. 8 del 6 settembre 2013, “Direttiva Ministeriale 27 dicembre 2012 –Strumenti d’intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica. Indicazioni operative”;

DECRETA

Art. 1

E’ costituito il Gruppo di Lavoro Provinciale per la gestione del Centro di Supporto di Brescia e provincia relativo al progetto Nuove Tecnologie e Disabilità così composto:

 

Gruppo di lavoro provinciale CTS

Nominativo 

Ruolo

Maria Piovesan

dirigente scolastico dell’IIS “Piero Sraffa” di Brescia, sede del CTS/NTD – coordinatore;

Monica Capuzzi

referente per l’Integrazione, per i DSA e i BES dell’UST Brescia – componente;

Marilena Egermini

docente di scuola secondaria di 2° grado, IIS ”Sraffa”, Brescia – componente;

Paola Bellandi

docente di scuola secondaria di 1° grado – componente;

Maria Grazia Gozio

docente sostegno di scuola primaria, IC di Gussago, ex presidente della sezione bresciana dell’AID – componente;

Elena  Trivelli

docente di scuola primaria, IC di Desenzano del Garda I (plesso Achille Papa), – componente;

Sergio Tironi

DSGA, I.C. Lograto (BS), Esperto informatico,  componente;

Giulio Spagnoli

docente di scuola secondaria di 2° grado, IIS ”Lunardi”, Brescia, Esperto informatico – componente;

Daniela Bernardelli

docente discuola dell’infanzia, IC di Villa Carcina,  – componente;

Silvia Signorini

docente di scuola primaria, IC Borgosatollo (BS) – componente;

Lucio Vinetti

referente per la specificità della minorazione uditiva, Scuola Audiofonetica, Brescia – componente;

Maurizio Pansa

referente per la specificità della minorazione visiva, Centro non vedenti, Brescia – componente;

Fausta Zanini

docente di scuola primaria, IC OVEST 1 (BS) – componente

Art. 2

Il Gruppo di Lavoro Provinciale Handicap svolge le seguenti funzioni:

  • organizzazione, gestione, monitoraggio, verifica delle azioni previste per il Centro di Supporto Territoriale del progetto nazionale MIUR Nuove Tecnologie e Disabilità sulla base di un programma annuale elaborata dal Gruppo stesso e deliberata dal GLIP-GLH provinciale;
  • informazione, consulenza, formazione, documentazione nei confronti di scuole, operatori scolastici, Enti e Associazioni, genitori.

Il Gruppo di Lavoro Provinciale si avvale della collaborazione dei CTI (Centri Territoriali Inclusione), dei CTRH (Centri Territoriali Risorse Handicap), del Centro Non Vedenti e della Scuola Audiofonetica di Brescia.

Esso individua all’occorrenza esperti presenti sul territorio in relazione a tematiche specifiche e nell’ambito dei programmi di intervento deliberati dal GLIP-GLH.

Art. 3

La partecipazione ai lavori del Gruppo Provinciale da parte dei componenti è senza oneri per l’Amministrazione, salvo il rimborso delle spese di viaggio laddove spettanti in base alle norme vigenti.

Eventuali interventi di consulenza e formazione svolti dai componenti il Gruppo Provinciale nell’ambito dei programmi di intervento di cui all’art. 2 saranno compensati – nella misura prevista dalle norme vigenti in materia – se svolti al di fuori del normale orario d’ufficio e previa autorizzazione dei rispettivi Capi d’Istituto o responsabili della struttura di servizio.

Art. 4

La sede del CTS-NTD, in accordo con il dirigente scolastico competente, è collocata presso l’IIS “P. Sraffa” di Brescia, che fornisce supporto logistico, regolato da apposita convenzione con l’UST, e amministra i fondi assegnati al CTS-NTD sulla base delle direttive del Gruppo di Lavoro Provinciale Handicap (GLPH). A conclusione di ogni anno scolastico il dirigente dell’IIS “P. Sraffa” di Brescia, che ricopre anche le funzioni di coordinatore del Gruppo Provinciale di cui all’art. 1, predisporrà un rendiconto delle attività realizzate e dei fondi utilizzati da presentare al GLIP-GLH.

 

Il Dirigente

Mario Maviglia

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
  • Condividi questo post su Facebook